Abio Catania

ABIO dal 1978 è al fianco dei bambini in ospedale con 5.000 volontari in 200 reparti pediatrici in tutta Italia

A CATANIA DAL 1994 con più di 200 VOLONTARI PRESENTI IN 3 OSPEDALI

Un’isola Informatica per il reparto di Emato-Oncologia Pediatrica del Policlinico

Un progetto di ABIO Catania, realizzato grazie alla donazione dell’Avv. Cacopardo, che contribuisce all’opera di ristrutturazione del reparto già avviata dall’associazione LAD.
 

Da fine luglio il reparto di Emato-oncologia pediatrica del Policlinico di Catania ha un nuovo spazio a disposizione dei suoi degenti, dedicato in particolare agli adolescenti ricoverati, che possono ora collegarsi ad internet ed utilizzare i tre computer di cui è dotata la nuovissima isola informatica realizzata all’interno del reparto.

 

 

Il progetto è stato realizzato da Abio Catania  grazie alla generosità dell’Avv. Sergio Cacopardo che, in occasione del suo compleanno a fine ottobre 2015, ha organizzato una festa e pregato i suoi amici di fare una donazione ad Abio-Catania in sostituzione dei soliti regali.

Abio Catania con il suo presidente Andrea Di Cataldo, il responsabile manifestazioni esterne Domenico Ruma e il segretario generale Rosmarie Halter hanno partecipato all’evento in cui sono stati raccolti più di 8.000,00 euro.

Abio Catania ha presentato all’avvocato Cacopardo una rosa di progetti tra cui scegliere quello da realizzare con il ricavato della festa. Dopo aver vagliato insieme le proposte presentate si è scelto di creare un’isola informatica per il reparto di E.O. pediatrica del Policlinico.

Con i fondi raccolti sono state sostenute le spese necessarie per le opere del falegnameria (pareti divisorie, mensoloni per appoggiare i computer, armadio per custodire il materiale informatico); l’impianto di illuminazione; due computer Asus e un Mac; due poltrone ergonomiche e quattro sgabelli.

Con lo spazio realizzato, Abio Catania ha voluto ancora una volta contribuire al grande progetto di ristrutturazione del reparto in cui è impegnata l’associazione LAD Onlus che utilizzerà l’isola informatica per un progetto di giornalismo rivolto ai piccoli degenti.